La bocca esprime ciò che dal cuore sovrabbonda

26
Mar 20

COMUNICARE #1: PRONTO A CONTROBATTERE?

autrice: Claudia Linker (Monnet) / traduttrice: Sarah H. Linker e Serena Bonomi

SAPER CONTROBATTERE È UN DESIDERIO DIFFUSO.

Tuttavia, finora ho rifiutato richieste di lezioni su questo argomento. Per dire „pronto a controbattere“ in tedesco si usa la parola “schlagfertig”. Questo aggettivo è composto da due parole: “schlagen“ (colpire) e “fertig“ (pronto). Quindi: essere pronto a colpire. E quando si va su google immagini e si ricerca la parola tedesca “schlagfertig” cosa si trova? Esatto: tutto è pieno di guantoni, pugni e fulmini. Non c’è da stupirsi, “schlagfertig” suona esattamente come un invito a entrare in un ring da pugilato. Ma il ring non si adatta alla mia preoccupazione principale: la comunicazione di successo.

L’ho detto anche alle Donne di “Schleswiger Unternehmer Frauen im Handwerk” (Donne Imprenditrici dello Schleswig), in cui sono finalmente intervenuta il 5 febbraio 2020 sull'argomento: a volte non si dovrebbe rispondere. Una pausa di superiorità è la strategia di comunicazione più potente.
Dietro il desiderio di replicare ci sono preoccupazioni: voglio essere trattato con rispetto. Nella comunicazione cerco apertura, attenzione genuina, comprensione per l’altro, attenzione vicendevole.

“Controbattere” suona come vincere o perdere, sa di irritazione reciproca e di animi accesi. Come creiamo una parola sonora? A me piace usare la mia inclinazione per le lingue (Cfr. anche il contributo sul mio blog, 1.12.2015 ) e mi chiedo: come suona questa parola in altre lingue? Quali associazioni vi sono connesse?
Inglese: to be quick-witted – avere la battuta pronta.
Francese: répondre du tac au tac.

“Du tac au tac” è un'onomatopea tratta dal mondo della scherma. In tedesco anche noi usiamo una parola che è legata alla scherma (“etwas ausfechten”) e in italiano esiste la parola “stoccata”, usata anche in senso figurato. Ma, a differenza di “ausfechten“,  il suono "Tac - Tac" mi suggerisce solo l'eleganza della plancia: gli schermidori che danzano avanti e indietro a un ritmo pazzesco, conducendo il fioretto con movimenti eleganti - sempre accompagnati dal metallico "Tac - Tac".

C'è molta scaltrezza anche in questo. E nessuno viene colpito. Al massimo, touché", “toccato“. Toccando (toucher) si vince nella scherma. Oh sì, mi piace molto di più!

„Disarmare con eleganza“ non suona meglio di "prendersi a schiaffi"? Mi sembra che il disarmo verbale sia all'ordine del giorno in molti luoghi. Meglio essere elegantemente eloquenti

Benvenuto al training. Per chi volesse studiarlo:

  • Fare pause di superiorità (e resistere!) è, tra l'altro, un argomento contenuto in "Porsi in modo convincente!” (uno dei miei seminari)
  • Disarmare con eleganza –argomento trattato in "Come le tue parole vengono (ben) accolte!” (un altro dei miei seminari)
26
Mar 20

LE LINGUE ... CHIACHIERANO TRA LORO

autrice: Claudia Linker (Monnet) / traduttrice: Sarah H. Linker e Serena Bonomi

AMO LE LINGUE. OGNI GIORNO IMPARO QUALCOSA. DAI MIEI ERRORI.
Una volta, durante una conversazione in inglese, mi sono imbattuta in “operate” come sinonimo di „operieren“ (operare). Avrei giurato che si trattasse di un falso amico. Invece non lo è. Si può dire anche così, esattamente come „do surgery“. Bene.

Poi, nella stessa conversazione, mi sono lasciata sfuggire “cabinet” (dal francese - in italiano  „gabinetto“), ma qualcosa mi diceva che era sbagliato. Detto questo: il francese funziona sempre e  "tutto suona sexy in francese" (le parole francesi iniziano al minuto 1:19). Mia nonna (tedesca), avendo aumentato il suo status sociale attraverso il suo matrimonio, non ha mai detto “Cammino sul marciapiede”, ma: “Cammino sul TROTTOIR".

Ora però voglio sapere come si chiama adesso il „cabinet“ e scriverlo:“studio medico„ nelle “mie” lingue attuali. „Kabinett“, dicono i francesi; „Konsultation“, i danesi e gli spagnoli, „Praxis“ i tedeschi e i russi.

L’inglese, britannico e americano, funziona in modo piuttosto strano. Eppure, uno sguardo alle radici delle parole mostra che è il gabinetto francese a essere una voce fuori dal coro.

Noioso? Neanche un po’!
Affascinante? Sì!

Le parole hanno sempre ballato da una lingua all’altra. Quindi se dico “doctor’s cabinet” in una conversazione in inglese, questa espressione potrebbe anche imporsi nella lingua. Oppure no. Non fa niente. Tutto suona sexy in francese.

UN CONSIGLIO PER TUTTI QUELLI CHE HANNO PAURA DI FARE DEGLI ERRORI NELLE LINGUE STRANIERE.

DITE A VOI STESSI: “Non ci sono errori. Esistono solo delle formulazioni che non hanno avuto successo – Forse siete dei trendsetter in questo momento!

RICERCATE: Il nostro cervello non produce mai (!) sciocchezze assolute. Al contrario: il nostro cervello crea costantemente, 24 ore su 24, un senso. Cerca relazioni e forma campi di associazione. Voi dovete solo alimentare questi campi di associazione. Il mio percorso qui è stato quello di seguire le radici delle parola e di farmi letteralmente un quadro.

ESPLORATE: Grazie a questa ricerca, ho imparato ben di più del termine corretto per “operare” e per “studio medico” nelle mie lingue: ad esempio, ho scoperto che “chirurgia” significa letteralmente “lavorare con le mani”. La parola greca “kheirourgia” è una composizione di “kheír” (mano) ed “érgon” (opera). Improvvisamente i miei campi associativi mi forniscono molte altre parole in cui si parla di “érgon” – e il loro significato diventa più chiaro.

RICOMPENSATE VOI STESSI PER IL CERVELLO FANTASTICO CHE AVETE:
Potreste parlare con qualcuno delle vostre scoperte. Questo moltiplica poi le probabilità di ricordare a lungo termine ciò che avete imparato, e di farlo volentieri.